Differenzia anche il Parco

“considerare le cose non soltanto per quello che sono, ma anche per quello che potrebbero essere”. Edward De Bono

PROGETTO “DIFFERENZIA ANCHE IL PARCO”

 Il Cidiu e le Amministrazioni Comunali nell’ultimo decennio sono stati impegnati nella realizzazione di importanti progetti finalizzati ad introdurre la raccolta differenziata spinta nei propri territori.

Gli sforzi progettuali, economici e politici hanno portato all’attuazione di sistemi integrati di raccolta dei rifiuti (domiciliare e di prossimità) che hanno fatto registrare nel corso di questi anni una notevole crescita dei risultati di differenziazione dei materiali.

Da tempo i Comuni sono impegnati in numerose iniziative inerenti la valorizzazione dei giardini e parchi pubblici, in termini di fruibilità, qualità dell’ambiente urbano e vivibilità della città.

Questo nuovo approccio alle aree verdi nel contesto urbano è vissuto come opportunità per creare zone di aggregazione dei cittadini con spazi dedicati allo sport, allo svago, al trascorrere più tempo all’interno del parco di quanto non fosse in passato; il giardino diventa sempre più un significativo indicatore di  qualità della vita. Parchi e giardini si evolvono dunque da luoghi di passaggio ad aree di permanenza, dove trascorrere il proprio tempo libero e svolgere attività varie.

La maggiore accessibilità, il  tempo di permanenza prolungato e la migliore fruibilità dei parchi pubblici richiedono una attenzione particolare anche alle esigenze accessorie dei cittadini frequentanti, inclusa la necessità di poter smaltire i rifiuti prodotti all’interno del parco in modalità differenziata.

Il progetto “Differenzia anche il parco” intende fornire una proposta a questa nuova esigenza.

Il progetto ha la finalità di introdurre la raccolta differenziata nei parchi e giardini pubblici che attualmente sono serviti da cestini dedicati esclusivamente al rifiuto indifferenziato. Lo scopo è di consentire al cittadino di poter differenziare e riporre in modalità separata i rifiuti che ha prodotto nel parco attraverso soluzioni semplici e comode, evitando di doversi portare a casa ciò di cui ci si vuole disfare o di buttarlo in modalità indifferenziata negli attuali cestini.

 

SHARE